EmiliaFoodFest

Sapori e tradizioni della via Emilia

Dal 23 al 25 settembre 2022 andrà in scena a Carpi, EmiliaFoodFest, il grande festival eno-gastronomico dedicato ai prodotti tipici della Via Emilia.

 

Piazza Martiri, una delle più belle e grandi piazze d’Italia, ospiterà una straordinaria mostra – mercato con produttori provenienti da tutte le province emiliano-romagnole.

 

La kermesse, della durata di tre giorni, coinvolgerà l’intero centro storico, sarà un’occasione unica per compiere un viaggio tra le eccellenze dei territorio internazionalmente riconosciuto come “la patria del buon mangiare”, che coniugherà gusto, cultura e divertimento.

 

Dalle ore 9 alle ore 20, sarà possibile degustare e acquistare le prelibatezze dei produttori protagonisti del festival, scegliendo tra un vastissimo programma di eventi collaterali, appuntamenti dedicati agli appassionati della buona tavola, agli operatori di settore e alle famiglie .

MUSEI E MONUMENTI

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO – Piazza Martiri 68 – Carpi

Venerdì 23 dalle 10 alle 13 – Sabato 24 e Domenica 25 dalle 10 alle 18

Per maggiori informazioni:
Tel: 059.649955 – 059.649360
musei@comune.carpi.mo.it
https://www.facebook.com/MuseiPalazzoPio
http://www.palazzodeipio.it

https://www.instagram.com/museipalazzopio/

 

Tra Piazzale Re Astolfo e Piazza Martiri si colloca il complesso di edifici un tempo residenza dei Pio, risultato dell’aggregazione di numerose torri, rocche e torrioni eretti in epoche diverse, dal 1312 fino al sec. XVII.
L’appartamento nobile, che costituisce la parte più prestigiosa del Museo del Palazzo, apre al pubblico a dicembre 2006. Gli ambienti presentano un nuovo percorso di visita che sviluppa due piani di lettura paralleli e integrati. Da una parte le decorazioni affrescate sui muri delle sale, datate tra la metà del Quattrocento e i primi anni del Cinquecento, sono opera di Giovanni del Sega e Bernardino Loschi, pittori di corte di Alberto III Pio. Qui sono esposte le opere della collezione museale realizzate dai due pittori e di altro genere, ma relative alla cultura rinascimentale a Carpi. L’itinerario del Museo della Città sviluppa la storia del territorio carpigiano, della nascita e dello sviluppo della città dall’età del Bronzo al Novecento. Comprende il Salotto Degoli, una sezione tematica sulla cultura contadina e agricola con materiali provenienti dalla Collezione Contini.

MUSEO DIOCESANO “Cardinale Rodolfo Pio di Savoia”
Corso Fanti 44 – Carpi

Sabato 24 e domenica 25 – dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 15 alle 19

Visite guidate gratuite su prenotazione al numero 339 1540178
o alla mail museodiocesanocarpi@gmail.com
(durata visita circa 40 minuti)
INGRESSO GRATUITO

 

Il Museo diocesano d’arte sacra “Cardinale Rodolfo Pio di Savoia” di Carpi, inaugurato il 17 maggio 2008, è allestito nella Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola, edificata fra il 1670 e il 1682 dai Gesuiti. Fanno parte dell’esposizione, oltre al corredo della chiesa, arredi e suppellettili sacre, argenterie dal XVI al XX sec., dipinti di pregio, incisioni, sculture, tessuti, scagliole, che fino al 1998 erano collocate nel museo civico, ma che nel 1999 furono restituite dal Ministero per i beni e le attività culturali alla Diocesi di Carpi per essere sistemate nella nuova sede museale.

PALAZZO FORESTI  – Via San Francesco 20 – Carpi

Venerdì 23, Sabato 24 e domenica 25 – ore 15, ore 16, ore 17

visite guidate gratuite della durata di un’ora circa,
con prenotazione obbligatoria al numero 059.691376
o alla mail info@palazzoforesti.it
http://www.palazzoforesti.it
INGRESSO GRATUITO

 

Realizzato nel 1892 per Pietro Foresti (industriale del truciolo e collezionista d’arte) su progetto dell’ingegnere Achille Sammarini, il palazzo rappresenta un unicum sia per lo stile neorinascimentale della facciata sia per la ricchezza degli interni, che accolgono la ricca collezione d’arte del proprietario.
La facciata è in mattoni stuccati e presenta due balconi con bifore ornati da elaborate terrecotte. All’interno affreschi ottocenteschi di Lelio Rossi, Carlo Grossi, Andrea Becchi e Fermo Forti.
Pregevolissimi sono la bifora del XV sec., inserita nel cortile, proveniente dalla vicina contrada della Cavallina, lo scalone monumentale e il “famosissimo” salotto Liberty.
Oltre al Palazzo è visitabile la collezione dei dipinti dell’800 italiano presente nel Palazzo.

CATTEDRALE DELL’ASSUNTA  (duomo)Piazza Martiri – Carpi

Venerdì 23, Sabato 24 e domenica 25

dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30

Le visite non sono ammesse durante le Celebrazioni:

Venerdì 9.00 e 18.30 – Sabato 9.00 e 18.00

Domenica 8.00, 9.30, 10.45, 12.00, 18.00

INGRESSO GRATUITO

 

La Basilica Cattedrale di Carpi deriva dall’esempio classicheggiante e rinascimentale di San Pietro in Vaticano di Raffaello, come Tempio a pianta basilicale a tre navate con transetto e cupola ed è dedicata a Santa Maria Assunta come si vede anche dalla bella scultura cinquecentesca della facciata. Il modello in legno su cui si basa il progetto viene realizzato da Baldassarre Peruzzi direttamente a Roma, su committenza di Alberto Pio come fondale della grande piazza.

Le fondamenta sono scavate nel 1514 e la costruzione inizia nel 1515. Tanti i momenti di stasi durante i lavori che terminano nel 1680 con le decorazioni degli ornati e delle grandi statue dei Santi Pietro, Paolo, Valeriano, Francesco, Bernardino da Siena e Sebastiano presenti nella facciata barocca. Tra il 1768 e il 1770 viene creata la cupola su disegno di Carlo Lugli. Le decorazioni pittoriche interne sono in stile rinascimentale realizzate da Lelio Rossi coadiuvato da Albano Lugli e Fermo Forti tra il 1873 e il 1893.

PIEVE DI SANTA MARIA IN CASTELLO (detta anche la Sagra)
Piazzale Re Astolfo – Carpi

Venerdì 23, Sabato 24 e domenica 25 – dalle 10.00 alle 12.00
Sabato e domenica pomeriggio solo su appuntamento

al numero 059 649255

INGRESSO GRATUITO

 

Inserita nel circuito europeo degli edifici romanici, è la chiesa più antica della città

Fondata secondo la tradizione dal re longobardo Astolfo nel 752/753, fu denominata La Sagra dopo la consacrazione ufficiale di papa Lucio III del 1184. L’edificio fu ricostruito in epoca matildica (tra XI e XII secolo) con le forme architettoniche e decorative di stile romanico, ancora oggi visibili su absidi e muri laterali.

La facciata fu realizzata su progetto di Baldassarre Peruzzi dopo il 1503, quando la chiesa fu ridotta per volere di Alberto III Pio per costruire la nuova Collegiata nella piazza grande. Sul portale fu ricollocata la lunetta con la Crocifissione, bassorilievo romanico di Nicola Pisano. All’interno, di notevole interesse, gli affreschi del XIII-XV secolo di ambito tardogotico, l’ambone marmoreo e il sarcofago di Manfredo Pio, opera del 1351 di Sibellino da Carrara.
Adiacente alla zona absidale della Sagra si trova la Torre Campanaria, alta 49.50 metri, 117 gradini, 600 mila mattoni, costruita fra il 1217 e il 1221. La torre possedeva antiche campane trecentesche e quattrocentesche poi refuse. Attualmente ne conserva solo tre: la mezzana fusa da Pietro Solani di Parma nel 1726 che porta le immagini dei Santi protettori di Carpi; la minore è del 1588; la grande è moderna. Attualmente non si effettuano aperture al pubblico, come la tradizionale apertura notturna di Ferragosto, poiché sono previsti interventi di consolidamento strutturale. 

ACETAIA COMUNALE – c/o Palazzo Scacchetti (Municipio)
Corso Alberto Pio 91 – Carpi
Venerdì 23 e Sabato 24 mattino ore 9.30 – 12.30
VISITE GUIDATE  Venerdì 23 pomeriggio ore 15 e ore 16
(durata visita max 1 ora per gruppi di max 10 persone)
Info e prenotazioni (solo per gruppi) al numero 059/649255

o alla mail incarpi@comune.carpi.mo.it
INGRESSO GRATUITO

 

L’Acetaia Comunale di Carpi è situata nel sottotetto di Palazzo Scacchetti.

L’Amministrazione comunale ha voluto rendere omaggio a questo prodotto tipico del territorio locale, realizzando un’Acetaia nella residenza municipale (Palazzo Scacchetti) in grado di dar vita al Balsamico. Una produzione che viene offerta agli ospiti della città per ricordare un’arte antica di secoli, che ancora oggi vede l’uomo e la natura svolgere un ruolo fondamentale per la sua realizzazione. Lo sviluppo e la cura dell’Acetaia comunale sono affidati ai volontari e Maestri assaggiatori della Comunità locale della Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, a garanzia e nel rispetto assoluto della tradizione, i quali si occupano anche di fare visite guidate il secondo sabato del mese o su prenotazione. 
Info: www.carpibalsamica.com 

MUSEO DELLA BILANCIA – Via Garibaldi 34/a – Campogalliano
Sabato 24 e domenica 25, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19

Per maggiori informazioni
Tel: da lunedì a venerdì 059 899422 – sabato e domenica 059 527133
www.museodellabilancia.itinfomuseo@museodellabilancia.it

INGRESSO GRATUITO IN OCCASIONE DI EMILIA FOOD FEST

Sono esposte numerose bilance e strumenti di misura legati al mondo del cibo dei prodotti alimentari come pesauova, bilancioni e pesalatte per caseifici, bilance da drogheria per spezie, bilance da macelleria, curiose bilance-affettatrici, una strana bilancia per pesare il pesce vivo, pesaconfetti e tanto altro! E’ presente inoltre una postazione interattiva dedicata alla salsiccia gialla modenese, prodotto gastronomico tipico ottocentesco e poi dimenticato fino al recupero avvenuto in collaborazione con un ristoratore locale.

NATURA

OASI NATURALISTICA LA FRANCESA – via Francesa 3, località Fossoli
adiacente all’ex Campo di Concentramento

Per maggiori informazioni:
ASSOCIAZIONE PANDA CARPI Aps

http://oasilafrancesa.altervista.org/
https://www.facebook.com/oasilafrancesa/
pandacarpi@libero.it  – tel. 333/6747849
INGRESSO GRATUITO

 

L’Oasi La Francesa nasce nel 2005 allo scopo di conservare, recuperare e valorizzare le caratteristiche ambientali del territorio, ha un’estensione di oltre 23 ettari. Al suo interno, oltre ad un lago centrale di 8 ettari con differenti livelli di profondità, è possibile trovare diversi tipi di ambienti, come boschi, acquitrini, radure e prati. All’interno è presente un percorso didattico attrezzato per i diversamente abili e un centro di osservazione per birdwatching.

La “mission” principale dell’Oasi è quella di studiare e tutelare l’ambiente, oltre all’insegnamento del rispetto e della cura dell’ambiente che ci circonda. Numerose sono, al riguardo, le attività che i volontari portano avanti con le scuole e i centri scout, sia in Oasi che all’interno delle scuole.

In caso di maltempo l’oasi può essere chiusa.
È visitabile tutto l’anno per le scuole e i gruppi organizzati.

PERCORSO DELLA MEMORIA

CAMPO DI FOSSOLI – Via Remesina Esterna 32, Fossoli (Carpi)
Sabato 24 dalle 15 alle 19
Domenica 25 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle19
All’interno sarà visitabile la mostra fotografica:
“Nomadelfia. Un’oasi di fraternità”

VISITE GUIDATE GRATUITE
Sabato ore 15, Domenica ore 15.30
prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti

al numero 059 688483 o alla mail info@fondazionefossoli.it

INGRESSO GRATUITO

 

Il sito storico del Campo di Fossoli è un eccezionale testimone di pietra che conserva le tracce delle vicende che hanno caratterizzato gli anni centrali del XX secolo. Già campo nazionale della deportazione politica e razziale durante la Seconda guerra mondiale, la sua lunga storia si spinge fino agli anni Settanta quando viene trasformato in uso civile per orfani e profughi. Oggi è un luogo vivo di storia, incontro e formazione.

EX SINAGOGA – Via Giulio Rovighi 57, Carpi (Mo)
Domenica 25 settembre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19
All’interno sarà visitabile una mostra realizzata

in collaborazione con la Galleria degli Uffizi
INGRESSO GRATUITO

 

L’edificio che ospita gli uffici della Fondazione Fossoli era la sede dell’Università ebraica di Carpi e custodisce ancora oggi due belle sinagoghe, una settecentesca e l’altra ottocentesca. Allo scioglimento della comunità ebraica, nel 1907, le Sinagoghe perdono la loro funzione di culto per diventare abitazioni. È oggi visitabile la pregevole aula della sinagoga ottocentesca, luogo di rappresentanza delle attività della Fondazione.

MUSEO MONUMENTO AL DEPORTATO – Piazza Martiri 68, Carpi
Venerdì 23, sabato 24 e domenica 25:
dalle  10 alle 13 e dalle 15 alle 19

Per maggiori informazioni:
FONDAZIONE FOSSOLI
https://www.fondazionefossoli.org/
https://www.facebook.com/fondazionefossoli/
fondazione.fossoli@carpidiem.it

Tel. 059.688272

 

Il Museo Monumento al Deportato politico e razziale nei campi di sterminio nazisti, progettato dallo studio BBPR, è inaugurato nel 1973. Ispirato ad una concezione antiretorica e fortemente simbolica, racconta in 13 sale il fenomeno della deportazione nella sua universalità di violenza dell’uomo sull’uomo. I linguaggi artistici e l’allestimento essenziale ed evocativo coinvolgono il visitatore in un’esperienza fortemente emotiva.

Per info turistiche:
InCarpi Ufficio Promozione e Turismo

Sala Ex Poste di Palazzo dei Pio
Piazza Martiri, 64 – Carpi (MO)

Tel/WhatsApp:  +39 059 649255
E-MAIL: incarpi@comune.carpi.mo.it

Sito: www.incarpi.it  

https://www.facebook.com/turismo.comunedicarpi

https://www.instagram.com/incarpi.turismo/